Freelance sì, #coglione No: il video virale

La rivolta dei creativi mal pagati passa anche dal web. La campagna #coglioneNo vuole rivendicare il diritto di tutti i freelance precari e molte volte sfruttati ad essere equamente retribuiti per il loro lavoro.

Il video-spot “Lo diresti al tuo idraulico?” sta diventando virale su Youtube, Facebook e Twitter a forza di tormentoni come “Per questo progetto non è previsto budget”. Amara, geniale ironia …

 

No, forse non ci siamo capiti. Per questo progetto non c’è budget. Non posso pagarti però fa curriculum”.
Quante volte ci siamo sentiti rispondere in questo modo dopo aver messo a disposizione il nostro tempo, il nostro impegno e il nostro lavoro.
La nuova generazione è creativa e motivata, ma spesso, troppo spesso, le aziende grandi e piccole si approfittano della “situazione di crisi perenne” che osteggia l’Italia sfruttando in particolare una determinata categoria di lavoratori.
Si tratta dei freelance, quei professionisti creativi che come molto spesso accade, vengono ricompensati per il lavoro con la moneta della “visibilità”.

Facebook Twitter Linkedin Pinterest Digg